Per prenotazioni e altre informazioni chiamare il  +39 389 1111 327

Stagione Teatrale Teatro Tragodia
Rassegna ULTIMO TEATRO 2019
DALLA ZONA DEL CREPUSCOLO

Spettacolo in Cartellone:
DOMENICA 10 NOVEMBRE h. 19.00
al TEATRO DELLA FIERA a Mogoro

è di scena:
Actores Alidos

In

MEMORIE

Per non dimenticare

Drammaturgia: Marta Proietti

In scena: Marta Proietti, Roberto Pusceddu

Il 27 gennaio ricorre il Giorno della Memoria per ricordare tutte le vittime delle persecuzioni fasciste e naziste degli ebrei, degli oppositori politici, dei gruppi etnici e religiosi non ritenuti degni di vivere. La data prescelta è quella dell’anniversario della liberazione del campo di sterminio nazista di Auschwitz. “Memorie”, per non dimenticare, per stimolare le nuove generazioni alla conoscenza della nostra storia. Anche e soprattutto nelle sue pagine più tristi. Il tema della memoria inteso non soltanto nel senso del ricordo, della memoria storica fine a sé stessa. Ma anche come tributo.
La recitazione è accompagnata da musiche e da video, per restituire delicate suggestioni poetiche su un tema tanto difficile e desolato.

Locandina Memorie
Marta Proietti

Stagione Teatrale Teatro Tragodia
Rassegna ULTIMO TEATRO 2019
DALLA ZONA DEL CREPUSCOLO

Spettacolo in Cartellone:
DOMENICA 3 NOVEMBRE h. 19.00
al TEATRO DELLA FIERA a Mogoro

è di scena:
Figli d’Arte Medas

In

CAMPIONI D’ITALIA

“C’è bisogno di raccontare storie. La parola soltanto, ci può salvare da questo mondo così cinico, freddo, così poco empatico. Brera lo seppe leggere bene, quello scudetto. Disse: «più della brigata Sassari, è stato lo scudetto del Cagliari che ha affrancato questo popolo. Ha fatto conoscere la Sardegna all’Italia.» Portare Cagliari al centro dell’attenzione fu allora un miracolo, e tutta Italia tifò per il Cagliari. Non era la solita Torino, Juventus, Milan, Inter. Era un’altra storia. Una squadra di periferia.”

Stagione Teatrale Teatro Tragodia
Rassegna ULTIMO TEATRO 2019
DALLA ZONA DEL CREPUSCOLO

Spettacolo in Cartellone:
DOMENICA 20 OTTOBRE h. 19.00
al TEATRO DELLA FIERA a Mogoro

è di scena:
Il Crogiuolo

In

MANIFATTURA TABACCHI

STORIE DI LAVORO AL FEMMINILE

Ideazione, Testo e Regia RITA ATZERI
Con CARLA ORRÙ e MARTA GESSA

Manifattura tabacchi, storie di lavoro al femminile” si inserisce nella linea di ricerca tematica, portata avanti dalla compagnia Il crogiuolo in collaborazione con la Cgil. “Manifattura tabacchi” è uno spettacolo che nasce da un lavoro di ricerca sul campo. F onde, infatti, interviste ad ex operaie ed operai con documenti tratti dai fascicoli della Manifattura custoditi all’archivio di Stato. Ad essere raccontate sono esperienze di lavoro, ma anche relazioni sociali, rapporti di classe. Lo spettacolo intreccia il tempo presente con il passato prossimo e remoto. Uno spettacolo dolce amaro, dove si piange e si ride.

Manifattura Tabacchi - Il Crogiuolo
Manifattura Tabacchi - Il Crogiuolo
Manifattura Tabacchi - Il Crogiuolo
Manifattura Tabacchi - Il Crogiuolo

Stagione Teatrale
Rassegna ULTIMO TEATRO 2019
DALLA ZONA DEL CREPUSCOLO

Spettacolo in Cartellone:
DOMENICA 13 OTTOBRE h. 19.00
al TEATRO DELLA FIERA a Mogoro

è di scena:
I Barbaricini ridicoli

In

SKABARETCH

Ideazione e Regia TINO BELLONI
Con LETIZIA MARRAS, VALENTINA LOCHE, MICHAEL LAI, CARLO PALETTA, FEDERICA VENTURA, SEBASTIANO MASTINO

Unica compagnia teatrale in Sardegna e tra le poche in Italia a fare autentico teatro di improvvisazione, con Skabaretch I Barbariciridicoli vi presentano il frutto più maturo di un percorso di ricerca applicato al teatro comico, che ha portato all’elaborazione di uno spettacolo estremamente originale, soprattutto dal punto di vista formale, fondato com’è su tecniche assolutamente inedite ed esclusive quali la pantomima sonora (un attore interpreta la scena mimicamente, mentre un altro ne interpreta, solo con l’uso della voce, l’intera colonna sonora) e la scena in ostrogotzo (recitata cioè in una lingua del tutto inesistente e inventata, secondo una tecnica che intende porsi come lo sviluppo coerente ed estremo del gramelot di Dario Fo).

Michael Lai e Roberto Piredda Bobbore e Peppanna
Maddalena Solinas Ritouch
Barbaregina Shardana Queen
I barbarici dietro le quinte

Stagione Teatrale
Rassegna ULTIMO TEATRO 2019
DALLA ZONA DEL CREPUSCOLO

Spettacolo in Cartellone:
DOMENICA 6 OTTOBRE h. 19.00
al TEATRO DELLA FIERA a Mogoro

è di scena:
L’Effimero Meraviglioso e Teatro del Segno

In

ANCHE OGGI MI SENTO PROPRIO BENE
tratto da “Le puoi leggere anche in tram”

di NINO NONNIS
Con ROSSELLA FAA, LUIGI TONTORANELLI

Di MARIA ASSUNTA CALVISI

Uno spettacolo che vorremmo far viaggiare sull’onda della leggerezza e dell’ironia mai banale e a tratti pensosa, sorridente e sgangherata, ritagliando quadri, momenti, attimi, flash di fotografie che compongono un album bizzarro come è bizzarra la vita…
Ci concediamo il lusso di spiare dallo spioncino e sorridere (con affetto però) sull’uomo innamorato abbandonato, sul grande amatore che abbandona, sul torero concentrato nell’ultimo estremo sforzo, sullo stile inimitabile di Charlie Bistrussu e Sesetto Damico, sulla donna che si teneva bene, sulla coppia dentro la curva dell’amore, dentro le grandezze e le miserie quotidiane e sul poeta, il grande poeta, che scrive poesie proprio come è scritto che debbano essere scritte.

Anche oggi
Anche oggi

Stagione Teatrale
Rassegna ULTIMO TEATRO 2019
DALLA ZONA DEL CREPUSCOLO

Spettacolo in Cartellone:
DOMENICA 15 SETTEMBRE h. 19.00
al TEATRO DELLA FIERA a Mogoro

è di scena:
ILOS TEATRO

In
PER UN PEZZO DI PANE
Spettacolo storico-poetico per tutti

Testo e Regia di ELENA MUSIO

Con MARTA PROIETTI ORZELLA
e Rosa Beccu, Nicolina Demontis, Teresa Loi, Gianluigi Moreddu, Marta Proietti Orzella, Maria Antonia Sedda, Maria Giovanna Sotgia
E le giovanissime: Anita Chessa, Antonia Picci e Salvatorina Guiso.

La storia

Questa nuova produzione rappresenta l’ennesimo contributo che, la nostra Associazione, vuole dare per la riscoperta di uno dei capitoli più importanti della storia della nostra Isola; quello delle miniere. Le storie raccontate, comuni a tutte le miniere della Sardegna sono, in parte, tratte da ricerche compiute dalla Regista e, in parte, dal libro dalla scrittrice Iride Peis Concas. Con rigore storico, è stato realizzato un allestimento scenico asciutto ma fortemente evocativo. Altrettanto accurata è stata la ricostruzione dell’abbigliamento e dei poveri strumenti dell’epoca, compresi gli utensili per il lavoro delle Cernitrici che, in scena, riproducono tutte le fasi della pulitura e del lavaggio dei minerali.

Scena di PER UN PEZZO DI PANE
Scena di PER UN PEZZO DI PANE