Laboratori Teatrali 2008 A LA FABBRICA DELLE GAZZOSE

Sin dal 2001 si sono attivati una serie di laboratori teatrali organizzati e gestiti direttamente da Teatro Tragodia, oltre naturalmente agli svariati laboratori che gli esperti dell’associazione tengono nelle scuole e nei centri sociali.
Anche quest’anno si aprono le iscrizioni per un nuovo laboratorio di propedeutica e di preparazione al lavoro dell’attore con un nuovo gruppo di allievi.
Laboratorio per adulti annualità 2008 con la messa in scena di uno spettacolo finale.
Queste attività si svolgono all’interno dei locali dell’associazione LA FABBRICA DELLE GAZZOSE.
LABORATORIO TEATRALE corso quinquennale.
Per il secondo anno nel secondo ciclo si riaprono le iscrizioni per un nuovo laboratorio di propedeutica e di preparazione al lavoro dell’attore con un nuovo gruppo di allievi di 13 anni, i quali continueranno col corso intrapreso l’anno scorso e che comprende un quinquennio di preparazione alla recitazione.
Esso sarà incentrato sulle tecniche di preparazione al lavoro dell’attore con conseguente spettacolo teatrale che verrà scritto dall’intero gruppo su una tematica relativa al recupero della memoria storica.
Il laboratorio, che verrà tenuto nella sede dell’associazione, debutterà all’interno della rassegna “Libertà d’espressione” le attività hanno preso avvio sabato 01 Marzo.
LABORATORIO PER ADULTI annualità 2008.
Corso di recitazione per adulti con conseguente spettacolo di fine laboratorio.
Come ogni anno si apre un corso di recitazione per soli adulti finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo teatrale.
Il laboratorio, che verrà tenuto nella sede dell’associazione, debutterà all’interno della rassegna “Libertà d’espressione” le attività hanno preso avvio sabato 05 Marzo e consta di 12 professionisti, da docenti a liberi professionisti.
CONTENUTI
Il laboratorio teatrale è sperimentazione.
Sperimentazione dei processi concreti attraverso i quali l’atto creativo, la voce, il movimento espressivo, le immagini, le memorie, le sensazioni corporee, il respiro diventano esperienze di conoscenza di se e dell’altro, di consapevolezza, di scoperta, di una evoluzione personale che va nella direzione dell’integrazione.
L’integrazione è l’esperienza vivente dell’incontro più equilibrato e profondo nelle diverse parti che compongono la globalità dell’essere umano, della sua interiorità e del suo agire, del suo corpo, delle sue emozioni, dei suoi pensieri.
L’attenzione cosciente, l’ascolto di se la capacità di esperire, di essere nell’esperienza, l’apertura al confronto autentico sono degli strumenti che bisogna continuamente coltivare ed affinare, a volte da soli, a volte con i compagni del gruppo.
Il laboratorio è uno spazio-tempo definito nel quale si svolge un’azione osservata, compresa e sostenuta dall’operatore.
E’ un’idea che mette insieme il parlare dei partecipanti al laboratorio con il loro fare e la presenza di un esperto che lo comprende e lo stimola.
Nel laboratorio i singoli soggetti possono esprimere il loro benessere/malessere, il loro disagio, le loro domande.
Ciò produce un’esplorazione e sperimentazione di modalità espressive e comunicative per valorizzare le potenzialità creative e fantastiche di ciascuno.
Rendere i partecipanti consapevoli delle loro stesse capacità e dar loro la possibilità di coltivarle e accrescerle significa sostenerli e stimolarli nel loro percorso formativo.
” Fare teatro ” non significa solo recitare ma anche prendere coscienza del proprio corpo quale mezzo per comunicare; di qui l’analisi particolareggiata del movimento, lo studio del linguaggio gestuale usato a sostegno dell’esperienza verbale.
Il movimento è importante: movimento libero, volto a soddisfare le esigenze fisiche e ludiche delle persone, a renderle consapevoli della loro corporeità e della realtà spaziale che gli accoglie.
Il movimento per favorire l’acquisizione e il perfezionamento di capacità come la prontezza, la coordinazione, l’attenzione, la progettualità; il movimento inteso come mo

mento ottimale per esercitare i propri sensi e per stimolare la sfera emotivo-sociale.
” Fare teatro ” vuole dire lavorare in gruppo, trovare spazio per se stessi e per gli altri, per progettare le attività, costruire scene e costumi, manovrare luci e scenari, organizzare e creare.

Per informazioni: Telefono e fax 0783/992027 – Cell. 389/1111327
Sito internet: www.teatro-tragodia.com ; e mail: info@teatro-tragodia.com